Sei un nuovo utente ?

IN REGIONE

Info
Bando “rinnova veicoli 2019-20” e “rinnova autovetture”
14 Ottobre 2019 

Facendo seguito alla precedente NEWS di ANCE Lombardia Prot. n. 827/PB/ap/sc del 9 settembre 2019 si segnala che sul Bollettino Ufficiale n. 41, Serie Ordinaria, del 7 ottobre 2019, sono stati pubblicati il Decreto del Dirigente di Struttura n. 14037 del 2 ottobre 2019 recante “Approvazione del bando «Rinnova veicoli 2019-2020» contributi per la sostituzione di autoveicoli inquinanti con veicoli a basso impatto ambientale a favore delle micro, piccole e medie imprese” e il D.d.s. n. 13942 del 1 ottobre 2019 recante “Approvazione del bando «Rinnova autovetture» - contributi per la sostituzione di autoveicoli inquinanti con veicoli a basso impatto ambientale destinati al trasporto di persone rivolto a soggetti privati residenti in Lombardia”.

Qui di seguito si riporta una tabella in cui vengono messe a confronto alcune delle informazioni più rilevanti riguardanti i due bandi menzionati:

Rinnova Veicoli 2019-2020 (PMI Lombarde)

Rinnova Autovetture (Persone Fisiche)

Beneficiari

I soggetti beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese (secondo la definizione di cui all’Allegato I del Regolamento UE 651/2014 del 17 giugno 2015) aventi sede operativa in Lombardia che radiano per demolizione un veicolo con alimentazione a benzina fino ad Euro 2/II incluso o diesel fino ad Euro 5/V incluso oppure radiano per esportazione all’estero un autoveicolo diesel Euro 3/III, euro 4/IV o euro 5/V e acquistano, anche per il trasporto di merci in conto proprio o in conto terzi e anche nella forma del leasing finanziario, un veicolo di categoria M1, M2, M3, N1, N2 o N3 (come individuati all’art. 47, comma 2, lett. c) del D.Lgs. 30/04/1992, n. 285 “Nuovo codice della strada”), in grado di garantire zero o bassissime emissioni di inquinanti. I limiti emissivi individuati per la presente misura di incentivazione riguardano gli ossidi di azoto (NOx), l’anidride carbonica (CO2) e il PM10, pur tenuto conto che le nuove motorizzazioni garantiscono bassissimi valori di emissione per le polveri sottili grazie all’installazione dei sistemi di abbattimento antiparticolato.

 

Beneficiari

I beneficiari del presente bando sono le persone fisiche residenti in Lombardia che radiano per demolizione un veicolo per il trasporto persone con alimentazione a benzina fino ad Euro 2/II incluso o diesel fino ad Euro 5/V incluso oppure radiano per esportazione all’estero un autoveicolo diesel per il trasporto persone Euro 3/III, euro 4/IV o euro 5/V e acquistano, anche nella forma del leasing finanziario, un’autovettura di nuova immatricolazione o usata di categoria M1 (come individuata all’art. 47, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 30/04/1992, n. 285 “Nuovo codice della strada”1), in grado di garantire zero o bassissime emissioni di inquinanti. I limiti emissivi individuati per la presente misura di incentivazione riguardano gli ossidi di azoto (NOx), l’anidride carbonica (CO2) e il PM10, pur

tenuto conto che le nuove motorizzazioni garantiscono bassissimi valori di emissione per le polveri sottili grazie all’installazione dei sistemi di abbattimento antiparticolato.

La residenza in un Comune appartenente alla Regione Lombardia deve essere posseduta al momento di presentazione della domanda e riportata sul libretto di circolazione (rigo C.2.3)2 della nuova autovettura acquistata.

Il soggetto beneficiario deve inoltre essere in regola con il pagamento della tassa automobilistica.

Ciascuna persona fisica può presentare solo una domanda di contributo a valere

sul presente bando. I contributi sono cumulabili con altri incentivi diversi dalla

presente misura.

Il veicolo demolito e quello acquistato oggetto di contributo devono essere intestati alla medesima persona fisica richiedente l’accesso al contributo.

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria ammonta a € 2.000.000,00 per l’anno 2020 e per l’anno 2019 è costituita dalle eventuali economie che si determineranno alla chiusura del bando “Rinnova Veicoli” la cui dotazione finanziaria è pari a € 6.500.000,00.

Dotazione finanziaria

Le risorse complessivamente stanziate da Regione Lombardia per l’iniziativa ammontano a € 18.000.000,00 di cui € 5.000.000,00 a valere sul bilancio 2019 e € 13.000.000,00 a valere sul bilancio 2020.

Soggetto Gestore

Unioncamere Lombardia, anche per il tramite delle singole Camere di Commercio territorialmente competenti

Soggetto Gestore

Regione Lombardia o altra società del Sistema regionale specificatamente individuata.

Tipologia ed entità dell’agevolazione

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto in base alla categoria dei veicoli, alla classe emissiva e al livello di emissioni prodotte.

Le casistiche sono dettagliatamente illustrate nel relativo bando (vedasi in particolare i punti B1-B2-B3-B4).

In ogni caso, le case costruttrici dei veicoli mettono a disposizione dei concessionari gli elenchi degli autoveicoli incentivabili evidenziando per ogni modello il rispettivo importo di contributo attribuibile in base alle emissioni verificate in fase di omologazione. Le imprese che intendono acquistare un veicolo incentivabile ai sensi del presente bando possono quindi rivolgersi ai concessionari per conoscere i modelli con i relativi importi incentivabili o consultare direttamente gli elenchi resi disponibili dalle case costruttrici sui rispettivi siti. L’erogazione del contributo avverrà a saldo, previa verifica della rendicontazione presentata.

 

Tipologia ed entità dell’agevolazione

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto per l’acquisto, con contestuale radiazione, di autovetture di nuova immatricolazione di categoria M1, basata sui valori di emissione degli inquinanti PM10, NOx e CO2.

Le casistiche sono dettagliatamente illustrate nel relativo bando (vedasi in particolare i punti B1-B2-B3).

Le case costruttrici dei veicoli mettono a disposizione dei concessionari i valori di emissione degli inquinanti oppure gli elenchi delle autovetture incentivabili evidenziando per ogni modello il rispettivo importo di contributo attribuibile in base alle emissioni verificate in fase di omologazione.

I soggetti privati che intendono acquistare un’autovettura incentivabile ai sensi del presente bando possono quindi rivolgersi ai concessionari per conoscere i modelli con i relativi importi incentivabili o consultare direttamente gli elenchi resi disponibili dalle case costruttrici sui rispettivi siti.

Fasi e tempi del procedimento

Le domande di contributo devono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 16 ottobre 2019 fino alle ore 10.00 del 30 settembre 2020.

La misura sarà dotata di un contatore della dotazione finanziaria che consentirà, ove necessario, di chiudere il bando anche prima della data del 16 ottobre 2020 in caso di raggiungimento di richieste di contributo pari alla dotazione finanziaria maggiorata del 10%. L’avvenuto ricevimento della domanda trasmessa in presenza della condizione di “lista d’attesa” non costituirà titolo all’istruttoria della pratica correlata. Le domande in lista d’attesa saranno comunque protocollate (non sarà possibile ottenere il rimborso dell’imposta di bollo) e potranno accedere alla fase di istruttoria solo laddove si rendano disponibili ulteriori risorse in esito all’istruttoria per la concessione ovvero qualora si verificassero delle economie di spesa in fase di istruttoria della rendicontazione o per effetto di possibili rinunce da parte dei soggetti beneficiari. In ogni caso i beneficiari in lista d’attesa che dovessero rientrare tra i beneficiari del contributo devono rispettare il termine massimo per la rendicontazione stabilito al punto C4 del Bando. La procedura di accesso al contributo è esclusivamente telematica tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it.

Le istruzioni per profilarsi e compilare la domanda sono disponibili sul sito www.unioncamerelombardia.it e all’apposita sezione “Bandi e contributi alle imprese”. Non saranno considerate ammissibili altre modalità informatiche/telematiche oppure cartacee di trasmissione/presentazione delle domande di contributo.

Per l’invio telematico è necessario essere registrati ai servizi di consultazione e invio pratiche di Telemaco secondo le procedure disponibili all'indirizzo: www.registroimprese.it.

Il contributo è concesso con procedura valutativa “a sportello” con prenotazione delle risorse, in finestre temporali di 30 giorni, secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta e con graduatorie da adottare nei successivi 90 giorni dalla chiusura di ciascuna finestra temporale. Il procedimento di valutazione si compone di una fase di verifica di ammissibilità formale e una fase di valutazione tecnica.

L’istruttoria formale e tecnica verrà effettuata da Unioncamere Lombardia, anche tramite le Camere di Commercio, all’interno di ciascuna finestra mensile, nel

rispetto dell’ordine cronologico di presentazione della domanda assegnato dalla procedura on line.

 La prima finestra temporale, a differenza delle successive, non è mensile in quanto è aperta dal 16 ottobre al 31 ottobre.

Fasi e tempi del proceimento

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online previa registrazione all’indirizzo www.bandi.servizirl.itdalle ore 10:00 del 15 ottobre 2019 ed entro le ore 16:00 del 30 settembre 2020, salvo chiusura anticipata in caso di esaurimento dei fondi, secondo finestre temporali specifiche, dettagliate dal bando.

All’interno di questo periodo è prevista una finestra di sospensione dalla possibilità di inserire le domande dalle ore 16.00 del 13 dicembre 2019 fino alle ore 10.00 del 15 gennaio 2020.

Il contributo è concesso con procedura valutativa “a sportello” all’interno di finestre temporali variabili, secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta.