Sei un nuovo utente ?

IN REGIONE

Bando “Valore d’Impresa – Imprese di valore”
27 Maggio 2019 

Regione Lombardia e le Camere di Commercio lombarde, tramite Unioncamere Lombardia, con il bando “Valore d’Impresa – Imprese di valore” intendono dare sostegno economico a iniziative di valorizzazione, archiviazione e promozione del patrimonio storico e culturale delle aziende delle MPMI imprese lombarde.

La misura riconosce il valore storico delle imprese che rappresentano meglio il saper fare lombardo e che si distinguono per la capacità e il successo e valorizza le buone pratiche che hanno consentito una lunga attività ed esperienza imprenditoriale sul territorio.
L’obiettivo è diffondere la cultura d’impresa attraverso la valorizzazione e la conservazione dello straordinario patrimonio storico che le MPMI custodiscono.
La dotazione finanziaria complessiva del bando è pari a € 320.000,00 il cui soggetto gestore è Unioncamere Lombardia.
Sono previste tre aree di intervento:
·        Area della conservazione e catalogazione;
·        Area della valorizzazione;
·        Area della promozione.
 
L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili; il contributo è concesso nel limite massimo di € 10.000 e l’investimento minimo è fissato in € 8.000. Le spese ammissibili in conto capitale non devono superare il 50% del totale dell'investimento ammesso a contributo.
Gli interventi dovranno concludersi nel termine massimo di 15 mesi a decorrere dalla data di pubblicazione del bando.
 
I Progetti finanziabili con il presente bando devono rientrare nelle seguenti tipologie:
·        Progetti di ARCHIVIO STORICO: progetti di ordinamento, digitalizzazione e schedatura del patrimonio storico aziendale.
·        Progetti di VALORIZZAZIONE: pubblicazione parziale o totale dell’archivio storico (anche sul web), iniziative digitali, realizzazione di progetti editoriali, realizzazione di allestimenti museali, restauro.
·        Progetti di PROMOZIONE: progetti specifici di promozione del patrimonio aziendale quali mostre, eventi, visite guidate, progetti editoriali, progetti formativi.
Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di contributo a valere sul presente bando. La domanda può riguardare progetti relativi a una o a più delle tipologie di intervento previste (i massimali – dove indicati - sono applicati separatamente a ciascuna tipologia di intervento).
 
Per i Progetti di Archivio storico le voci di spesa ammissibili - da dettagliare nel progetto presentato - possono essere relative a:
a.      consulenze professionali (sino al massimo del 30% del valore complessivo del progetto) direttamente legate alla classificazione e archiviazione e/o studio;
b.      ricondizionamento dei documenti;
c.      spese di formazione (sino al massimo del 20% del valore complessivo del progetto).
d.      costo di uno schedatore direttamente imputabile al progetto;
e.      acquisto di materiali per la conservazione di documenti e oggetti in archivio;
f.       acquisto di strumenti e software specifici per schedatura del patrimonio storico aziendale.
 
Per i Progetti di Valorizzazione le voci di spesa ammissibili - da dettagliare nel progetto presentato - possono essere relative a:
a.      la creazione o l’implementazione di un sito dedicato al patrimonio storico aziendale oppure di applicativi web e mobile attivi e funzionanti al momento della presentazione della rendicontazione;
b.      riprese fotografiche, riprese video, lavorazioni e montaggi audiovideo (copia dei quali deve essere inviata nella rendicontazione finale);
c.      pubblicazioni (sino al massimo del 20% del valore complessivo del progetto) relative al patrimonio storico aziendale (copia delle quali deve essere inviata nella rendicontazione finale);
d.      consulenze direttamente imputabili al progetto ad esclusione della sua stesura e presentazione (sino al massimo del 30% del valore complessivo del progetto);
e.      restauro o potenziamento di parti di strutture museali eventualmente già esistenti;
f.       interventi di restauro sul patrimonio industriale direttamente imputabili al progetto;
g.      acquisto di attrezzature, impianti opzionali, finiture, arredi e dotazioni informatiche necessari alla realizzazione dei progetti.
 
Per i Progetti di Promozione le voci di spesa ammissibili - da dettagliare nel progetto presentato - possono essere relative a:
a.      attività di promozione e comunicazione del museo/collezione/archivio storico di impresa;
b.      realizzazione di materiali promozionali direttamente imputabili al progetto (copia dei quali deve essere inviata nella rendicontazione finale);
c.      attività di formazione (sino al massimo del 20% del valore complessivo del progetto) direttamente imputabili al progetto con evidenza del percorso scelto;
d.      ideazione e realizzazione di visite guidate: creazione di percorsi, cartellonistica, organizzazione di navette/transfer che consentano al pubblico di raggiungere la sede dell’impresa, ecc.
 
Le domande di contributo devono essere presentate a Unioncamere Lombardia, esclusivamente tramite il Portale http://webtelemaco.infocamere.it a partire dalle ore 10.00 di giovedì 30 maggio 2019 e fino alle ore 16.00 di lunedì 16 settembre 2019.