Sei un nuovo utente ?

CENTRO STUDI

Building (in) the digital age - incontro con Carlo Ratti
20 Giugno 2019 

Stampa 3D, prototipazione, integrazione robotica, BIM, droni, manutenzione predittiva, conservazione preventiva e realtà aumentata: è questo il nuovo glossario nel futuro delle imprese di costruzione. L’Associazione regionale dei costruttori ha presentato con Carlo Ratti i risultati di un report che va ad approfondire lo stato dell’arte dell’innovazione del settore delle costruzioni.

Non si tratta solamente di un nuovo linguaggio o di vocaboli legati a progetti di ricerca sperimentale” sottolinea il Coordinatore del Centro Studi di ANCE Lombardia, Gianluigi Coghi, che ha moderato l’incontro “ma parliamo di una profonda trasformazione che sta investendo il nostro settore e che presto entrerà con dirompenza nei nostri cantieri.
La ricerca dal titolo, “Building (in) the digitale age”, sviluppata in collaborazione con la Carlo Ratti Associati, dopo la definizione di un “nuovo vocabolario per l’edilizia”, mostra come i temi della digitalizzazione stiano investendo ormai in maniera concreta il settore delle costruzioni, fino a diventare un elemento di innovazione anche all’interno dei cantieri.
 
L’incontro con Carlo Ratti è stato l’occasione per affrontare il tema più generale dei cambiamenti della società e delle nostre città, cambiamenti che impatteranno sulla attività delle imprese di costruzione sia in termini di prodotto sia di processo.
 
La trasformazione a cui stiamo assistendo” continua Gianluigi Coghinon riguarderà esclusivamente le imprese di costruzione, ma investirà tutta la filiera progettuale e produttiva del nostro settore: in questa prospettiva, la digitalizzazione dei progetti e dei processi porterà a una riduzione dei tempi e dei costi, permettendo nel contempo di monitorare le perfomance prestazionali sia durante le fase realizzative che durante la vita del prodotto edilizio”.
 
È anche per queste ragioni che l’iniziativa si inserisce in un percorso di filiera condiviso dall’Associazione con FederlegnoArredo e Federcostruzioni.
Gli spunti che ci ha fornito oggi Carlo Ratti” evidenzia Gianluigi Coghi, “oltre a essere uno stimolo per le imprese del settore a iniziare un concreto percorso innovativo dei processi produttivi sono anche elementi di politica industriale che auspichiamo possano essere fatti propri da Regione Lombardia che ha dimostrato grande attenzione ai nostri temi, partecipando al convegno di oggi”.
 
L’iniziativa si inserisce in un più ampio progetto di filiera denominato “Construction & Design 4.0” che ANCE Lombardia, FederlegnoArredo e Federcostruzioni hanno costruito anche con il supporto della Istituzione regionale.
 
In allegato si riporta il testo della Ricerca.
 
Nel seguito alcune foto dell'evento.